Brufoli sulle gambe: cure e rimedi naturali

 

brufoli sulle gambe

I brufoli sono un inestetismo che non affligge solo il viso, ma più in generale la pelle, e possono presentarsi in diversi punti del corpo. Tra i più diffusi, e fastidiosi, ci sono i brufoli sulle gambe (e sui glutei) che posso comparire per diversi motivi ed essere di differente intensità. Tra le cause scatenanti più comuni vi sono l’utilizzo di saponi aggressivi che, irritando la pelle, ne provocano la comparsa. L’inestetismo può però essere legato anche ad alcune patologie della pelle, quali orticaria e acne.

 

 

Brufoli sulle gambe post depilazione

La depilazione è la causa principale, e più comune, della comparsa dei brufoli su gambe e glutei. La ceretta è un trattamento aggressivo che irrita i follicoli e i bulbi dei peli, portando alla formazione di foruncoletti e piccoli brufoli arrossati.  In genere i brufoli compaiono poco dopo la depilazione e scompaiono nel giro di una manciata di giorni. Tuttavia, è bene fare attenzione a non usare lamette sulla pelle appena depilata, per evitare che i batteri presenti sulla lama infettino la zona.

 

Brufoli sulle gambe: rimedi naturali e cure

Esistono diversi rimedi naturali e casalinghi per ovviare al problema. Prevenire è meglio che curare, quindi assicuratevi di mantenere sempre la pelle ben idratata, soprattutto prima della depilazione/rasatura. Prima di radervi o depilarvi, esfoliate accuratamente la pelle, per rimuovere le cellule morte e liberare anche i peli incarniti. L’ideale, nel caso in cui si usi il rasoio, sarebbe depilarsi sotto la doccia, con la pelle umida e i pori ben dilatati. Insaponate accuratamente la parte da depilare prima di passare la lametta, per evitare che la pelle si irriti e tagli. Assicuratevi di idratare la pelle anche post depilazione, con un olio o una crema ricca, per mantenerla elastica e morbida e permettere così al pelo di crescere “bucandola” senza incarnirsi. Indossate abiti comodi, non aderenti e possibilmente in tessuti non sintetici per permettere al corpo una corretta traspirazione (con conseguente espulsione delle tossine). Per curare i brufoli sulle gambe ci sono due metodi principali.
 


Per curare i brufoli una volta comparsi, soprattutto se sono molto infiammati e a tratti dolorosi, applicate sulla pelle una pomata a base di zinco e solfato di poliximina B che aiuteranno la natura guarigione del brufolo. In caso di peli incarniti, invece, la procedura è un po’ più delicata. L’ideale sarebbe rivolgersi alla propria estetista, ma nel caso vogliate pensarci da soli armativi di pazienza e di un ago sterilizzato. Con delicatezza, liberate il fusto del pelo incarnito e procedete con la rimozione.

 

Brufoli sulle gambe durante la gravidanza

I brufoli sulle gambe sono un problema piuttosto diffuso durante la gravidanza e sono provocati dagli sbalzi ormonali. Come noto, gli ormoni svolgono un ruolo fondamentale nella saluta della pelle (basti pensare alla comparsa dei brufoli sul viso legati al ciclo mensile) e durante la gravidanza subiscono diverse fluttuazioni che portano alla comparsa di foruncoli piuttosto pruriginosi. In questo caso i brufoli spariscono a poco a poco con il ritrovato equilibrio ormonale.

 

 

Calcola il tuo peso ideale

Unghie sempre perfette

Alimentazione sana

alimentazione360.it

Avere denti bianchi

Rimedi amenorrea

Rimedi caduta capelli

Rimedi colite

Contorno occhi

Rimedi gastrite

Uveite: cosa è?

Demenza senile

Guarire dal mal di gola

Linfonodi: cosa sono?

Il morbillo

Rimedi periartrite

Rimedi stitichezza