Brufoli sul collo

 

La comparsa di brufoli e punti neri può essere causata da diversi fattori, tra cui sbilanci ormonali, alimentazione scorretta, affaticamento e stress. Quando i brufoli si formano in aree particolarmente sensibili del corpo, come il collo, i lobi delle orecchie e le palpebre, è necessario prestare estrema attenzione ed adottare delle precauzioni extra per evitare arrossamenti ed infezioni.

 

 

Cause dei brufoli sul collo

L’acne, da lieve a moderata, si manifesta generalmente sul volto, ma il 15% dei soggetti, prevalentemente di sesso maschile, accusa sintomi dell’acne anche sul collo. La comparsa di comedoni, papule e pustole sul collo è causata in genere da un accumulo di cellule morte, batteri e sebo in eccesso nei pori dell’epidermide.

 

Come eliminare i brufoli sul collo

brufoli sul collo

Una corretta ed accurata detersione al mattino ed alla sera rappresenta la soluzione più semplice, efficace ed appropriata per prevenire la comparsa di punti neri e brufoli sul collo. Per i soggetti di sesso maschile, è altrettanto utile radere regolarmente peli, baffi e capelli in modo da lasciare i pori liberi e puliti. La pelle che ricopre la parte posteriore del collo è decisamente più spessa rispetto alla pelle del viso e pertanto risponde bene anche all’uso del benzoile perossido, da evitare in caso di prolungata esposizione al sole. Il perossido di benzoile è efficace nella cura dell’acne sul collo, ma può lasciare macchie sulla pelle.

 


Nei soggetti di sesso maschile è inoltre piuttosto diffusa la comparsa di brufoli nelle aree del collo che si radono ogni giorno. Molti soggetti sviluppano una forma di acne che prende il nome di acne keloidalis nucale, che interessa quelle porzioni di cute che entrano quotidianamente a contatto con il rasoio. In questo caso i brufoli tendono a formarsi intorno ai peli incarniti. Il sistema immunitario si adopera per combattere l’infiammazione e la pelle sigilla il pelo sollevando un tessuto cicatriziale rosa. La quotidiana detersione non è sufficiente per combattere questo tipo di acne sul collo. Si consiglia pertanto l’uso di tretinoina topica per aprire il follicolo pilifero in maniera tale che il pelo possa uscire. Se questo tipo di cura non dovesse sortire l’effetto desiderato nell’arco di 4 o 5 giorni, raccomandiamo di consultare un medico o altro professionista sanitario per richiedere un trattamento mirato con antibiotici in caso di infezione.
È fondamentale evitare di schiacciare il brufolo che compare intorno ai peli incarniti sul collo, in quanto si rischia di aggravare la situazione causando manifestazioni più destruenti, come cisti, noduli, ascessi ed infiltrati flemmonosi.

 

 

Calcola il tuo peso ideale

Unghie sempre perfette

Alimentazione sana

alimentazione360.it

Avere denti bianchi

Rimedi amenorrea

Rimedi caduta capelli

Rimedi colite

Contorno occhi

Rimedi gastrite

Uveite: cosa è?

Demenza senile

Guarire dal mal di gola

Linfonodi: cosa sono?

Il morbillo

Rimedi periartrite

Rimedi stitichezza